Ruba 122 milioni di dollari inviando fatture false a Google e Facebook

fatture false Google Facebook

Sappiamo tutti che Google e Facebook non hanno grossi problemi di denaro, ma pagare fatture false per prodotti e servizi mai erogati ha dell’incredibile…

Evaldas Rimasauskas, dalla Lituania, si è dichiarata colpevole di frode, furto di identità aggravato e riciclaggio di denaro negli Stati Uniti, ammettendo di aver rubato 99 milioni di dollari a Facebook e 23 milioni di dollari a Google tra il 2013 e il 2015.

Evaldas Rimasauskas 1

L’idea di Rimasauskas era pittosto semplice. Ha semplicemente inviato fatture a Google e Facebook per articoli che non avevano acquistato, ma che le società avevano comunque pagato.

Le fatture erano accompagnate da contratti e lettere contraffatte, che sembravano essere stati firmate dai dirigenti della società vittima del raggiro.

Ha falsificato persino le email che sembravano provenire dai CEO aziendali.

Apparentemente, nessuno ha controllato che le fatture provenissero dalla vera società.

Rimasauskas stava fingendo di essere il gigante produttore di hardware taiwanese Quanta Computer Inc e aveva registrato una società in Lettonia con lo stesso nome.

Rimasauskas ha accettato di restituire circa 50 milioni di dollari, anche se non è ben chiaro dove siano finiti gli altri 73.

Rimasauskas è stato un prolifico riciclatore, ha di fatto inviato cospicue somme di denaro a Cipro, in Lituania, in Ungheria, in Slovacchia e in Lettonia.

Google ha dichiarato che “Abbiamo scoperto questa frode e avvisato tempestivamente le autorità, recuperato i fondi e siamo lieti che la questione sia stata risolta”.

Rimasauskas rischia un’accusa fino a 30 anni di reclusione.

Applausi al genio!

FONTE

You May Also Like

About the Author: viralximo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimaniamo in contatto!

Puoi trovarci anche su:
close-link