Evadono da Alcatraz e dopo 50 anni manda una lettera alla polizia

Evadono da Alcatraz e dopo 50 anni manda una lettera

Alcatraz è sempre stato un simbolo di massima sicurezza impossibile da espugnare. Qualcuno però, a quanto pare, è riuscito nell’impresa.

Chiunque vada a San Francisco, la prima cosa che va a visitare è questa famosissima prigione “Alcatraz“.

Visibile dal Golden Gate Bridge, è uno spettacolo imponente difficile da dimenticare.

Era la prigione più pericolosa d’America, fino al 1963, nota per aver ospitato alcuni dei più famosi criminali che gli Stati Uniti abbiano mai conosciuto.

Poiché la prigione si trovava su un’isola, ha reso la fuga pressoché impossibile.

Tuttavia, una trentina di prigionieri hanno provato ad evadere.

Si pensava però che tutti avessero fallito.

Ultimamente si crede che due fratelli ed un complice ci siano riusciti.

Clarence Anglin, John Anglin e Frank Morris hanno trascorso diversi mesi a lavorare per ampliare un buco ricavato nella parete della cella utilizzato una varietà incredibile di strumenti per terminare il lavoro.

Evadono da Alcatraz e dopo 50 anni manda una lettera

Frank suonava la fisarmonica nella sua cella per mascherare il rumore prodotto.

Vernice e cartone sono stati utilizzati per camuffare il condotto.

Non appena uscirono dalla cella, iniziarono a costruire la zattera che li avrebbe portati alla libertà; 50 impermeabili sono stati cuciti insieme per creare la zattera.

Delle teste finte venirono sistemate nei loro letti per ingannare le guardie.

Hanno persino preso i capelli veri dal barbiere della prigione!

In quel momento, i due fratelli e il loro amico, tentarono la fuga con la zattera.

Si credeva che fossero tutti annegati durante il tentativo di fuga e una volta che l’FBI scoprì i resti della zattera, archiviò il caso come risolto.

Nel corso degli anni però, parecchi indizi suggerivano il contrario.

La famiglia dei fratelli sosteneva che erano vivi, ma di loro si erano perse completamente le tracce.

Tra tutti gli indizi raccolti, i più concreti furono i fiori ricevuti per anni dalla madre dei fratelli Anglin, e la possibile presenza dei due ai funerali della donna nel 1973, vestiti con abiti femminili.

Lo stesso John Anglin ha inviato una lettera all’FBI nel 2013.

Mi chiamo John Anglin. Sono scappato da Alcatraz nel giugno del 1962 con mio fratello Clarence e Frank Morris. Ora ho 83 anni e sono in cattive condizioni di salute. Ho un cancro». Frank è morto nell’ottobre 2005, è stato sepolto sotto falso nome.

Mio fratello è morto nel 2011». Se mi verrà promesso che non farò più di un anno di carcere, e che riceverò cure mediche, scriverò per far sapere esattamente dove sono. Non è uno scherzo

Ecco un breve video dell’intera storia “Evadono da Alcatraz e dopo 50 anni manda una lettera alla polizia”

Come sia finita però, non è dato saperlo.

You May Also Like

About the Author: viralximo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimaniamo in contatto!

Puoi trovarci anche su:
close-link