10 cose che forse non conoscete sui dinosauri

Avete la passione per i dinosauri e pensate di conoscere tutto su di loro? mettetevi alla prova con queste 10 cose che forse non conoscete sui dinosauri!

Steve Brusatte è un famoso paleontologo presso l’Università di Edimburgo e uno specialista sull’evoluzione dei dinosauri. Ha recentemente scritto un libro intitolato “The Rise and Fall of the Dinosaurs”.

Tratto da questo libro eccovi 10 cose che forse non conoscete sui dinosauri:

Antenati dalle dimensioni di un gatto.

I primi dinosauri non erano mostri brutali come il T-rex o il Brontosauro. I dinosauri si sono evoluti da antenati longilinei e felini chiamati dinosauromorphs, vissuti circa 250 milioni di anni fa. Erano velocisti che correvano su quattro zampe, e vivevano nell’ombra di anfibi giganti, rettili e antenati di mammiferi che in quel periodo dominavano la catena alimentare.

Cresciuti nell’ombra.

Dopo la loro comparsa, i dinosauri si sono diversificati durante il Triassico (252-201 milioni di anni fa). Molte nuove specie si sono evolute, ma hanno vissuto solo nelle parti più umide della Terra, e nessuna di esse è si è sviluppata abbastanza. Durante questo periodo vennero sterminati dai loro cugini più stretti, rettili e coccodrilli che al tempo erano in cima alla catena alimentare.

Salvati da un’estinzione di massa.

Mentre il Triassico era alle porte, il mondo era immerso nel caos. Tutta la terra era stata unita in un supercontinente chiamato Pangea, Ma cominciò a rompersi e, così facendo, eruttarono enormi vulcani. Queste eruzioni causarono un’estinzione di massa: la morte improvvisa e simultanea di più della metà di tutte le specie. Gruppi di coccodrilli vennero decimati, ma i dinosauri sopravvissero, per ragioni che ancora non sono chiare.

I più grandi sauropodi delle dimensioni di un boeing 737./h3>

Dopo l’estinzione di massa arrivò il periodo Giurassico, l’era del dominio dei dinosauri. I dinosauri si diffusero in tutto il mondo e raggiunsero dimensioni mostruose, nessuno più grande dei sauropodi a collo alto e panciuti. Il sauropode più famoso è probabilmente il Brontosauro, ma i più grandi erano le specie come il Patagotitan, Dreadnoughtus e Argentinosaurus, che misuravano 30 metri di lunghezza e pesavano più di 50 tonnellate, più grandi di un Boeing 737!

Il potente morso del T-rex.

Il T-rex era il più grande predatore vivente sulla terra, di cui siamo a conoscenza. Era lungo più di 12 metri, per un peso che variava dalle 7 alle 8 tonnellate, aveva un cranio lungo un metro e mezzo con oltre 50 denti dalle dimensioni di una banana. Questi denti erano alimentati da enormi muscoli mascellari, con una forza di oltre 1.400 chili. Il morso del T-rex era così potente da frantumare le ossa della sua preda, ed è per questo che i paleontologi trovano pezzi di osso nei coproliti (sterco fossilizzato) lasciato dai T-rex.

…Ma non era un velocista.

In molti film il T-rex è raffigurato come un velocista (bansti pensare alla scena in Jurassic Park dove sta inseguendo una jeep lanciata a tutta velocità.) non è affatto così! Le simulazioni al computer degli scheletri del T-rex mostrano che il Re dei dinosauri poteva solo spostarsi ad una velocità di 15 chilometri orari. È più veloce di quanto possiamo correre noi esseri umani, ma nulla di paragonabile con la velocità di un’auto o di un cavallo da corsa.

Il velociraptor aveva piume e ali.

C’è qualcos’altro che nei film spesso non si vede. Il Velociraptor è diventato un dinosauro iconico, ma non era un rettile, coperto di squame. Il vero Velociraptor era coperto di penne e aveva persino delle piume sulle zampe anteriori tanto da farle sembrare delle ali. Migliaia di fossili di dinosauri piumati sono stati trovati nella Cina nord-orientale, le loro piume sono state preservate in modo impressionante a causa di eruzioni vulcaniche che ne ricoprirono i corpo.

Il dinosauro più piccolo? Un’ape colibrì!

Dai dinosauri piumati abbiamo imparato qualcosa: gli uccelli di oggi si sono evoluti da loro. I moderni volatili, sono semplicemente un gruppo di strani dinosauri che evolvendosi hanno sviluppato la capacità di volare, allo stesso modo in cui i pipistrelli sono mammiferi volanti. Ciò significa che ci sono ancora oltre 10.000 specie di dinosauri nel mondo di oggi. Uno dei più impressionanti è l’ape colibrì di Cuba, che è il più piccolo dinosauro del mondo!

L’asteroide che mise fine a tutto.

L’era dei dinosauri finì 66 milioni di anni fa, quando un asteroide largo 10 chilometri precipitò in quello che è oggi il Messico, colpendo con la forza di oltre un miliardo di bombe di Hiroshima e scatenando una catena di terremoti, tsunami e incendi che distrussero gran parte della terra. Nuove prove suggeriscono che l’impatto degli asteroidi sia stato ancora più letale di quanto pensassimo. Nello stesso periodo in cui l’asteroide colpì, la lava iniziò a fuoriuscire da enormi fessure vulcaniche in gran parte dell’India. Sembra che l’asteroide abbia innescato una reazione a catena facendo esplodere tutti i vulcani esistenti.

La rinascita.

Dopo l’estinzione l’inevitabile rinascita. Quando l’asteroide divenne un lontano ricordo e i vulcani smisero di eruttare, la Terra iniziò a guarire. Il clima si è stabilizzato, le nuove piante e gli animali si sono evoluti e gli ecosistemi sono stati ricostruiti. I dinosauri (tranne gli uccelli) erano spariti, ma altri animali avevano preso il loro posto: i mammiferi. Nel giro di poche centinaia di migliaia di anni dall’impatto con l’asteroide, i mammiferi si erano già diffusi sulla Terra e si erano diversificati in un vasto assortimento di specie. Fino ad arrivare all’uomo…

10 cose che forse non conoscete sui dinosauri ultima modifica: 2018-05-05T09:00:42+00:00 da viralximo

Comments

comments

Rispondi