Anche i trafficanti di droga hanno un cuore

Si dice che anche la peggiore delle canaglie, in fondo, abbia dei sentimenti e questa storia ne è la dimostrazione

Da alcuni mesi in Brasile, è ricomparsa la febbre gialla, scatenando una vera e propria epidemia che fino ad ora a causato circa 200 morti.

Nonostante i piani del Ministero della Sanità di vaccinare milioni di persone nella speranza di contenere l’epidemia, i centri di immunizzazione faticano a tenere il passo con l’alto numero di pazienti e, come spesso accade in questi casi, le comunità più povere vengono praticamente ignorate.

Thomaz Vieira Gomes, è considerato uno dei criminali più pericolosi di Rio de Janeiro, ma recentemente è passato agli onori della cronaca per una buona azione.

Lui e la sua banda hanno rapito due infermieri e li hanno costretti vaccinare contro la febbre gialla gli abitanti della favela.

Il 27 gennaio, il giovane capo della banda e alcuni dei suoi complici sono entrati in una clinica locale, hanno preso tutte le siringhe e le dosi di vaccino che hanno trovato ed hanno rapito i due infermieri di turno quella notte.

Tenuti prigionieri per alcune ore a somministrare vaccini contro la febbre gialla ai membri della comunità locale. Alla fine della distribuzione dei vaccini, i due infermieri sono stati liberati.

Nel loro successivo racconto, i due operatori sanitari hanno dichiarato che i rapitori non erano aggressivi e hanno detto di aver compiuto l’azione criminale perché molti residenti di Salgueiro non erano in grado di recarsi presso i centri di immunizzazione per fare il vaccino la febbre gialla.

La notizia del rapimento è diventata rapidamente virale sui social media brasiliani, con molti che hanno elogiato l’operato del moderno Robin Hood.

Anche i trafficanti di droga hanno un cuore ultima modifica: 2018-03-14T08:00:23+00:00 da viralximo
2 Condivisioni

Comments

comments

Rispondi